Cadini di Misurina

Dalla chiesetta posta sopra il parcheggio si imbocca la strada alta che costeggia il lago di Misurina fino a raggiungere l’incrocio con il sentiero 118. Da qui si rimonta una costa boscata a larici fino a giungere in una verde valletta. Fra i massi sparsi alla base delle propagini nord dei Cadini si intravede la soglia inferiore del Ciadin della Neve.

Si risale fino a forcella della Neve, raggiunta la quale si gode di un vasto panorama verso le Marmarole.

Si inizia la discesa fino al Ciadin delle Pere, poi si prende a destra per una verde selletta e ci si cala in breve al rifugio Città di Carpi. Da qui per comoda strada (d’inverno sempre battuta) costeggiata da larici e pini cembri con splendidi scorci sul Monte Sorapis si raggiunge il rifugio Col De Varda con aerea vista sul Lago di Misurina. Si rientra al lago per comoda carrareccia.

D’inverno è tutto coperto dalla neve ma d’estate l’intero percorso è un vero museo all’aperto. Si snoda infatti lungo la prima linea del fronte della Prima Guerra Mondiale. È possibile effettuare specifiche escursioni in loco per visitare trincee e postazioni di guerra.

Si ritorna quindi al punto di partenza per facile e comoda strada immersa nel bosco.
_________________________________________________________________________________

Foto: panorama invernale